Terapia con la sanguisuga in ogni dettaglio

Terapia con le Sanguisughe

Questo testo corrisponde ai requisiti della letteratura medica, delle linee guida mediche e degli studi attuali ed è stato controllato dai medici.

Le sanguisughe sono parenti stretti dei lombrichi che si nutrono di sangue animale o umano. La sanguisuga medica (Hirudo Medicinalis) viene utilizzata per la terapia della sanguisuga. Gli animali vengono posizionati sulla pelle della persona da trattare. Lì la sanguisuga taglia una piccola ferita nella pelle con i suoi denti aguzzi, da cui preleva il sangue. Gli ingredienti della sua saliva entrano nel sangue degli umani.

Sommario

  • Terapia di sanguisuga - una breve panoramica
  • Storia della terapia della sanguisuga
  • Cosa sono le sanguisughe?
  • Effetto della terapia della sanguisuga
  • Aree di applicazione
  • Controindicazioni
  • Effettuare il trattamento di sanguisuga
  • Effetti collaterali
  • Dopo la terapia
  • Informazioni importanti

L'effetto di questa terapia è costituito da vari fattori: in alcune malattie, deriva dal fatto che alcune sostanze nocive lasciano il corpo a causa del sangue prelevato o vengono eliminati livelli eccessivi di sangue. Per questo motivo, la terapia della sanguisuga è stata a lungo assegnata esclusivamente alle cosiddette procedure di eliminazione (anche procedure di eliminazione). Inoltre, tuttavia, la saliva delle sanguisughe contiene vari principi attivi che penetrano nel corpo umano attraverso il morso e diventano attivi lì. Tra le altre cose, hanno proprietà anticoagulanti, circolazione sanguigna, antispasmodiche, antinfiammatorie e analgesiche.

La terapia di sanguisuga lavora contro un'ampia varietà di malattie. (Immagine: ktomasik / fotolia.com)

La naturopatia utilizza la terapia della sanguisuga per, tra le altre cose, malattie infiammatorie o venose, malattie articolari, infezioni locali e alcune malattie degli occhi. La medicina convenzionale conta ora sull'aiuto delle sanguisughe nella chirurgia plastica e nella terapia del dolore.

 Terapia di sanguisuga - una breve panoramica

Nella sezione seguente troverete in breve le informazioni più importanti sulla terapia della sanguisuga.

  • Descrizione: Le sanguisughe vengono posizionate sulla pelle di una persona e succhiano il sangue rilasciando allo stesso tempo la saliva nella ferita, che quindi entra nel flusso sanguigno umano.
  • Effetto: la saliva di sanguisuga contiene, tra l'altro, agenti analgesici e antinfiammatori nonché sostanze che stimolano la circolazione sanguigna e il flusso linfatico, prevengono la formazione di coaguli di sangue o possono dissolvere i coaguli esistenti.
  • La perdita di sangue durante l'uso agisce anche come una piccola salasso. Aree di applicazione: tra le altre cose, malattie infiammatorie e venose, malattie articolari, infezioni locali, malattie degli occhi, chirurgia plastica, terapia del dolore.
  • Possibili effetti collaterali: lieve dolore lancinante all'inizio del trattamento, scolorimento dei bordi del morso per un massimo di due settimane, prurito nei primi tre giorni dopo la terapia, lividi (ematoma) nel sito del morso, problemi circolatori, gonfiore dei linfonodi, cicatrici, sanguinamento prolungato, ritardo nella guarigione delle ferite, calo della pressione sanguigna , reazioni allergiche, infiammazione locale, infezioni.
  • Controindicazioni: debolezza fisica, anemia (anemia), disturbi della coagulazione del sangue, malattie del sistema vascolare arterioso, allergia nota alla secrezione di sanguisughe, diabete, malattie autoimmuni, gravidanza.La terapia deve essere utilizzata anche negli adulti.
  • Nota: la terapia della sanguisuga deve essere eseguita solo da terapisti esperti e addestrati e solo previo parere medico. Nell'ambito della terapia, è necessario prestare particolare attenzione al rispetto delle norme igieniche.

Storia della terapia della sanguisuga

Ci sono varie informazioni sull'origine della terapia della sanguisuga. Alcune fonti lo localizzano in Mesopotamia circa tremila anni prima della nascita di Cristo, altri nominano l'antico Egitto come il paese di origine o considerano gli scritti dall'India intorno al cinquecento a.C. come la prima documentazione di questa forma di terapia. In ogni caso, si può presumere che la terapia della sanguisuga abbia diverse migliaia di anni.

Il modo in cui i guaritori originariamente hanno inventato l'uso delle sanguisughe sugli umani non è documentato. Tuttavia, è noto che animali come cavalli, bufali d'acqua, bovini e ovini cercano ovunque le pozzanghere con le sanguisughe e le fanno "trattare" da loro. Sarebbe possibile per le persone osservare gli animali e trarre conclusioni sulle proprietà curative delle sanguisughe.

Circa duecento anni prima di Cristo, i greci Nikander e Colophon riferirono per la prima volta trattamenti di sanguisughe in Europa. Nel diciottesimo secolo, la terapia della sanguisuga era molto popolare in Francia: circa cento milioni di sanguisughe venivano usate per i trattamenti ogni anno. A quel tempo, questo metodo terapeutico cadde in discredito perché veniva eseguito frequentemente senza tener conto della situazione iniziale del paziente; Inoltre, è stato utilizzato un numero troppo grande di sanguisughe, in modo che la perdita di sangue a volte fosse pericolosa per la vita. All'epoca, questo metodo era anche chiamato "vampirismo".

Tuttavia, poiché la terapia della sanguisuga ha avuto molti successi nel corso dei secoli, alcuni ricercatori hanno cercato di scoprire cosa potrebbero fare le sanguisughe. In effetti, nel 1884, John Berry Haycraft, un fisiologo britannico, fu in grado di dimostrare che la saliva di sanguisuga contiene ingredienti medicinali efficaci. Uno dei più importanti è l'irudina. Questo composto chimico ha un effetto anticoagulante sul sangue, allevia gli spasmi vascolari e migliora quindi le proprietà di flusso del sangue e della linfa. Altre sostanze sono state successivamente rilevate, tra cui Eglin e Bdellin. Entrambi hanno un effetto analgesico e antinfiammatorio.

Ora è noto che un totale di una ventina di ingredienti attivi nella saliva della sanguisuga, tutti composti proteici, si fanno strada nel sangue umano quando morde la sanguisuga. Finora, solo pochi di loro hanno studiato quali di questi sono e come funzionano.

Poiché è stato dimostrato che la terapia della sanguisuga si basa su relazioni scientificamente plausibili, negli ultimi decenni ha fatto un "ritorno" e ora viene utilizzata non solo nelle pratiche naturopatiche, ma anche sempre più in varie aree della medicina convenzionale.

Le sanguisughe sono state utilizzate per scopi medici più di 2000 anni fa. (Immagine: Gerhard Seybert / fotolia.com)

Cosa sono le sanguisughe?

La parola sanguisuga deriva dalla parola greca "echis" e significa "piccolo serpente". Ci sono più di seicento fluke in tutto il mondo. La sanguisuga medicinale (Hirudo medicineis) viene utilizzata per la terapia della sanguisuga ed è originaria dell'Europa, del Nord Africa e dell'Asia minore. Di solito ha un colore da marrone a verde oliva, una pancia macchiata di nero e strisce rosse sul retro. Un esemplare maturo può raggiungere una lunghezza di circa quindici centimetri e può vivere per avere una trentina di anni in natura.

L'habitat della sanguisuga è l'acqua dolce. Gli organi tattili sulla loro superficie cutanea dicono loro a una distanza di diversi metri se c'è preda nelle vicinanze. Dopo aver identificato una preda, nuota verso di essa e succhia te stesso. Hanno tre mascelle, tutte con denti aguzzi. Di conseguenza, il suo morso ricorda una stella a tre punte. Un pasto dura dai trenta ai sessanta minuti. Durante questo periodo, la sanguisuga può assorbire una quantità di sangue pari a cinque volte il proprio peso corporeo. Quando viene raggiunta la saturazione, la sanguisuga cade dalla sua preda. Può quindi sopravvivere per un anno o due senza mangiare di nuovo.

A causa dell'uso diffuso della terapia della sanguisuga, l'insorgenza di sanguisughe selvatiche divenne sempre più piccola nella prima metà del diciannovesimo secolo. Perché le sanguisughe sono state raccolte per avere sempre abbastanza scorte per i trattamenti. Da allora, difficilmente riesci a trovarli nel loro habitat naturale in Europa. Invece, sono allevati per uso medico in fattorie speciali. Al fine di non decimare ulteriormente gli eventi selvaggi, la sanguisuga in Germania e in altri paesi europei è protetta e può essere raccolta solo con un permesso speciale.

Per esigenze mediche, le sanguisughe possono essere ordinate o acquistate direttamente dagli allevatori o dalle farmacie. I severi requisiti della legge sui medicinali stabiliscono che possono essere utilizzate solo sanguisughe provenienti da istituti di riproduzione regolarmente controllati. Alcune regole devono essere seguite durante la conservazione fino a quando gli animali non vengono utilizzati. Questi sono generalmente forniti dal produttore o dalla farmacia.

Le sanguisughe possono essere utilizzate una sola volta per motivi igienici e devono quindi essere uccise esattamente nel modo prescritto (con l'aiuto di alcool medico ad alta resistenza o mediante congelamento) o restituite agli allevamenti a pagamento. Lì, dopo un periodo di quarantena di otto mesi, vengono convertiti in speciali "stagni per pensionati", dove possono vivere fino alla morte naturale.

Le sanguisughe sono creature affascinanti che hanno grandi poteri curativi. (Foto: phototrip.cz/fotolia.com)

A questo punto, vorremmo sollecitare tutti gli utenti delle sanguisughe mediche a pagare costi leggermente più elevati per la restituzione delle sanguisughe in modo che questi animali utili vengano ringraziati per il loro servizio alla salute umana e possano continuare a vivere! Dopotutto, la sanguisuga è un essere vivente che non dovrebbe essere considerato un oggetto unico o monouso. Uccidere le sanguisughe dopo un singolo utilizzo per risparmiare sui costi non è eticamente corretto e dovrebbe essere evitato, se possibile. Puoi dare un contributo attivo al benessere degli animali ordinando sanguisughe solo da stabilimenti di allevamento che possono riprenderle, restituendo sempre sanguisughe usate e, come paziente, esegui la tua terapia di sanguisuga solo quando sei sicuro che gli animali riceveranno il trattamento dopo il trattamento Trova la tua strada in uno "stagno per pensionati".

Effetto della terapia della sanguisuga

Per molto tempo, l'effetto della terapia con le sanguisughe è stato spiegato solo dal fatto che la perdita di sangue ha avuto un effetto purificante perché il corpo ha dovuto sostituire il sangue perduto con sangue appena formato. A causa della perdita di sangue durante tale terapia, le tossine effettivamente presenti nel sangue vengono escrete in piccole quantità e l'uso si comporta come un "mini-salasso" (ulteriori informazioni sul metodo di salasso possono essere trovate nella raccolta link alla fine di questo articolo). Questo modo di agire si applica anche ad alcune malattie, ma non è tutto. Ricerche successive hanno dimostrato che la saliva delle sanguisughe contiene un vero cocktail di sostanze clinicamente efficaci. Questi da soli o come una miscela possono avere un effetto positivo su vari reclami. Tra le altre cose, la saliva della sanguisuga contiene agenti antinfiammatori e antidolorifici, nonché sostanze che stimolano la circolazione sanguigna e il flusso linfatico, prevengono la formazione di coaguli di sangue o possono dissolvere i coaguli esistenti. I seguenti importanti principi attivi sono stati identificati nella saliva delle sanguisughe:

  • Hirudin inibisce la coagulazione del sangue e quindi contrasta la formazione di trombosi come misura profilattica. La trombosi (chiamata anche trombo o "coagulo di sangue") è un coagulo di sangue che può apparire in tutti i vasi sanguigni del corpo.
  • Gli inibitori del fattore Xa contrastano anche la formazione di trombosi. Inibisce la coagulazione del plasma nel sangue legandosi al fattore Xa della coagulazione del sangue.
  • Calin inibisce la chiusura della ferita, quindi mantiene una ferita aperta più a lungo di quanto il corpo farebbe naturalmente. Calin è il motivo per cui i segni del morso sanguinano a lungo dopo la terapia con le sanguisughe.
  • Destabilase e Apyrase causano trombolisi, cioè una dissoluzione di trombosi che sono già emerse nel sangue.
  • Hirustasin ha effetti anti-infiammatori e che favoriscono la circolazione.
  • Bdellin, Eglin e LDTI (Leech Derived Triptase Inhibitor) hanno effetti anti-infiammatori.

La ricerca sugli ingredienti benefici della saliva di sanguisuga continua e sarà interessante vedere quali risultati produrrà!

Aree di applicazione

Dopo che la terapia della sanguisuga nella medicina convenzionale è stata a lungo considerata inefficace e persino pericolosa ciarlataneria, le sanguisughe vengono ora utilizzate, tra le altre cose, nella chirurgia plastica. Gli ematomi spesso persistenti ("contusioni") sono trattati con sanguisughe; ad esempio, la terapia della sanguisuga dopo i trapianti di pelle può risolvere la congestione venosa e prevenire la trombosi. Le sanguisughe vengono anche occasionalmente utilizzate per decongestionare la linfa dopo ricostruzioni del seno (ripristino del seno dopo un'operazione).

La terapia del dolore è un altro campo di applicazione per i piccoli succhia sangue utili nella medicina convenzionale. Tra l'altro, il sollievo dal dolore causato da artrosi, reumatismi o altre malattie articolari ha avuto successo con la terapia della sanguisuga. Secondo alcuni esperti, le sostanze contenute nella saliva della sanguisuga sono così efficaci che la terapia della sanguisuga è persino superiore alla terapia con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Questi sono farmaci che hanno un effetto analgesico e antinfiammatorio, a volte anti-coagulante e sono spesso usati per trattare sintomi come mal di schiena, artrite o mal di denti. Questi includono, ad esempio, i farmaci aspirina e ibuprofene.

Le sanguisughe possono aiutare contro la tensione cronica del collo. (Immagine: Сергей Чирков / fotolia.com)

Il mal di schiena cronico e la tensione persistente sono già trattati con sanguisughe in parte nella medicina convenzionale. Oltre all'analgesico, qui entra in gioco anche l'aspetto che promuove la circolazione sanguigna degli ingredienti attivi della saliva.

In molte pratiche naturopatiche, la terapia della sanguisuga viene utilizzata per varie malattie; appartengono ad esso

  • Ipertensione 
  • Vene del ragno
  • Osteoartrite
  • Artrite
  • Reumatismo
  • Foruncoli
  • Carbuncles
  • Ronzio nelle orecchie o altri rumori alle orecchie (acufene),
  • Emicrania
  • Attacchi di gotta acuta
  • Infiammazione cronica dei seni nasali (infiammazione dei seni nasali) e dell'orecchio medio
  • Infiammazione del testicolo
  • Infiammazione della cistifellea
  • Infiammazione della ghiandola mammaria e tendinite.

Una disintossicazione ed eliminazione desiderate possono essere supportate anche con le sanguisughe. Le principali aree di applicazione sono:

  • Congestione venosa,
  • Varicosi (vene varicose) 
  • Tromboflebite (flebite superficiale).

Controindicazioni

La terapia di sanguisuga non deve essere usata in persone gravemente deboli fisicamente e / o che soffrono di anemia (anemia). Anche i bambini e le donne in gravidanza dovrebbero astenersi dall'utilizzare le sanguisughe. Altre controindicazioni sono i disturbi della coagulazione del sangue, le malattie del sistema vascolare arterioso, una nota allergia alla secrezione di sanguisughe, diabete e malattie autoimmuni.

Effettuare il trattamento di sanguisuga

Come accennato in precedenza, è essenziale utilizzare solo sanguisughe che provengono da aziende di allevamento di sanguisughe certificate o da farmacie.

La pelle non deve essere lavata con sapone o applicata sulle aree selezionate tre giorni prima del trattamento. Poiché le sanguisughe sono estremamente sensibili agli odori, la pelle può essere pulita solo con acqua in anticipo. Le persone che fumano, assumono determinati farmaci (come i beta-bloccanti) o sono molto stressate possono scoprire che le sanguisughe non si bloccano così facilmente. Segnare la pelle prima di attaccare le sanguisughe può aiutare qui.

Il paziente deve assumere una postura comoda e confortevole durante il trattamento, poiché la terapia può richiedere fino a due ore. Il terapista ha gli accessori necessari pronti prima dell'inizio. Tutto dovrebbe essere fatto in pace poiché le sanguisughe sono estremamente sensibili allo stress.

Per stimolare la circolazione sanguigna, le aree cutanee interessate vengono strofinate con un panno caldo e umido prima del trattamento. Nel caso di malattie localmente limitate, le sanguisughe vengono applicate anche nell'area interessata, ad esempio nell'area di un'articolazione. Se si tratta di una malattia sistemica che colpisce tutto il corpo, come l'ipertensione (alta pressione sanguigna), le sanguisughe vengono collocate in luoghi in cui l'esperienza ha dimostrato che ci si può aspettare un buon effetto. Una sanguisuga non viene mai posizionata direttamente su un fuoco infiammatorio o su una vena. In questo caso, viene scelta una posizione nelle vicinanze.

La sanguisuga viene rimossa dal suo contenitore di stoccaggio utilizzando una pinzetta e posizionata sull'area della pelle selezionata. Al primo morso, la sanguisuga emana una secrezione che apre i pori della pelle. Il morso non è più doloroso di un piccolo picco con un ago. Alcuni pazienti lo confrontano anche con il toccare un'ortica. Durante una sessione vengono utilizzate contemporaneamente da due a dieci sanguisughe. Nel corso del processo di aspirazione, rilasciano le sostanze curative sopra descritte attraverso la loro saliva.

Una sanguisuga rimane sul corpo per circa sessanta-novanta minuti finché non cade da sola. Gli animali non devono mai essere rimossi con la forza. La quantità di sangue prelevata è approssimativamente da dieci a venti millilitri per sanguisuga. Questo è il motivo per cui questa terapia viene spesso definita "mini salasso".

Se la sanguisuga è caduta, la ferita può sanguinare a lungo. La perdita di sangue che ci si aspetta è di nuovo circa la stessa quantità di sangue che è stata assorbita durante la suzione, cioè da circa dieci a venti millilitri per animale. La perdita di sangue totale per sanguisuga è compresa tra 20 e 40 millilitri. La ferita viene quindi chiusa liberamente con una benda assorbente. Il post-sanguinamento fa parte del trattamento e non deve essere interrotto poiché supporta l'efficacia della terapia della sanguisuga. La ferita viene anche liberata da eventuali germi sanguinando. Il sanguinamento può richiedere fino a ventiquattro ore. Pertanto, in alcune pratiche, al paziente viene chiesto di rimanere nella pratica per alcune ore dopo il trattamento. La benda deve essere cambiata al più tardi il giorno successivo.

Dopo un morso di sanguisuga, la ferita continua a sanguinare a lungo. (Immagine: Gerhard Seybert / fotolia.com)

Le sanguisughe non devono mai essere strappate, poiché parti della mascella possono rimanere nella ferita. Esiste anche il rischio che la sanguisuga vomiti e rilasci residui digestivi e batteri digestivi nella ferita. Anche la spolverata di sale sulla sanguisuga, come spesso menzionato, dovrebbe essere evitata.

Se il trattamento deve essere interrotto prematuramente per motivi importanti, viene utilizzata una spatola di legno per sollevare con cura la testa della sanguisuga da vari lati al fine di rimuovere l'animale con molta attenzione. A volte aiuta anche un tampone imbevuto di alcol posto vicino al morso.

A seconda del tipo di malattia e della risposta individuale alla terapia, il trattamento della sanguisuga deve essere eseguito solo una o più volte. L'uso ripetuto per un periodo più lungo è raramente richiesto.

Effetti collaterali

All'inizio del trattamento si avverte spesso un lieve dolore bruciante. Tuttavia, questo di solito dura solo circa cinque minuti. I bordi del sito del morso possono cambiare colore, che può rimanere visibile fino a due settimane. Il prurito si verifica spesso nei primi tre giorni dopo la terapia della sanguisuga. Altri possibili effetti collaterali includono lividi (ematoma) nel sito del morso, problemi circolatori e gonfiore dei linfonodi. Sono anche possibili cicatrici, che devono essere segnalate al paziente prima del trattamento.

Gli effetti collaterali che si verificano occasionalmente o raramente includono sanguinamento prolungato, guarigione della ferita ritardata, calo della pressione sanguigna, reazioni allergiche, grave infiammazione locale e infezioni.

Le terapie per le sanguisughe dovrebbero quindi essere eseguite solo da terapisti esperti e qualificati. Nell'ambito della terapia, è necessario prestare particolare attenzione al rispetto delle norme igieniche.

Dopo la terapia In molte pratiche, il paziente deve rimanere poche ore dopo il trattamento. Poiché l'emorragia inizia dopo la caduta delle sanguisughe, la ferita è coperta da una benda spessa ma spessa. Il tempo di sanguinamento è dalle quattro alle ventiquattro ore. Fa parte del trattamento, è importante per la guarigione e contribuisce all'auto pulizia della ferita. È importante che l'associazione venga cambiata regolarmente. La maggior parte dei terapisti pertanto ordina al paziente per il giorno successivo di cambiare la medicazione.

Il giorno della terapia della sanguisuga, dovresti riposare e, soprattutto, assicurarti di avere liquidi sufficienti, idealmente con acqua naturale o tisana non zuccherata. Il prurito può verificarsi dopo il trattamento. Questo non dovrebbe essere ceduto graffiando, altrimenti la ferita potrebbe essere infettata. In particolare, se le sanguisughe sono attaccate o vicine alle articolazioni, le aree in questione non devono essere esposte allo stress o solo leggermente per un po '.

Informazioni importanti

Dovresti discutere in anticipo con il tuo medico di famiglia se la terapia della sanguisuga è adatta a te. È anche importante consultare i farmaci che stai attualmente assumendo. Alcuni farmaci non devono essere assunti durante la terapia della sanguisuga e in linea di principio questa terapia speciale appartiene esclusivamente a professionisti esperti e formati (medico, medico, medico alternativo, medico alternativo). Puoi trovare un elenco di controllo dettagliato di cosa cercare in termini di prevenzione, trattamento e assistenza post-terapia con i nostri consigli per leggere. (kh, sw)
Nota importante: Questo articolo contiene solo informazioni generali e non deve essere utilizzato per l'autodiagnosi o il trattamento. Non può sostituire una visita dal medico.
Fonte: heilpraxisnet.de